Panoramica:

giovedì 16 dicembre 2010

Ritrovati i resti fossili di una cicogna gigante che poteva mangiare anche ominidi!

Sull'isola di Flores, in Indonesia, sono stati trovati i resti fossili delle ossa di una cicogna gigante, grande abbastanza da divorarsi un neonato. Il ritrovamento, come rende noto il quotidiano inglese 'The independent', e' avvenuto nella stessa isola dove sono stati trovati i resti dei cosiddetti 'hobbit' o homo floriesiensis, una popolazione di ominidi assai piccoli, che vissero nel luogo oltre 18 mila anni fa.

La gigantesca cicogna, nota come Leptoptilos robustus, dall'alto del suo 1,82 metri e quasi 16 kg di peso, 'torreggiava' sugli hobbit, che erano alti meno di un metro. Anche se non vi sono prove che questi uccelli cacciassero gli uomini, gli scienziati sono convinti che possano essersi nutriti degli hobbit piu' giovani e che avessero perso la loro capacita' di volare.

Le ossa sono state scoperte sul fondo della caverna di Liang Bua, la stessa dove sono stati trovati i resti dell'homo floriensis. ''All'inizio pensavo che si trattassero dell'ossa di un grande rapace - racconta Hanneke Meijer, autore del ritrovamento - ma poi con mia grande sorpresa, ho realizzato che si trattava di una cicogna. Le ossa delle gambe infatti sono molto sottili, il che significa che deve aver vissuto la maggior parte del suo tempo a terra''.

Sull'isola, dove oltre agli hobbit non c'erano grandi mammiferi predatori, come lupi o grandi gatti, molte specie sono cresciute piu' grandi che in altri posti. Sono stati infatti trovati i resti di cicogne e topi giganti che vissero contemporaneamente agli uomini.

Fonte

0 commenti:

Posta un commento

lasciate pure i vostri commenti! oppure scriveteci per email: a370gradi@yahoo.it

Vetrina Aggiornamenti

Iscriviti per email

Archivio Blog

Blog Archive