Panoramica:

venerdì 26 novembre 2010

Sarah Scazzi rapita dagli ufo: la vergogna di "Chi l'ha Visto"

Ci giunge una segnalazione sdegnata di un lettore a cui volentieri diamo seguito. A quanto pare nei giorni concitati della scomparsa della piccola Sarah Scazzi, una signora di Taranto aveva chiamato i centralini del programma Chi l’ha Visto per segnalare che il Salento era invaso dai dischi volanti nei giorni del rapimento di Sarah, dando anche assicurazione di avere delle foto. La cosa assurda non è tanto la segnalazione, ma il fatto che la redazione della trasmissione abbia dato spazio alla storia.



Sarah e la sensitiva.

"Non avrei potuto salvare Sarah ma se mi avessero creduta almeno non sarebbe rimasta così tanto tempo li... sono INDIGNATA! ..non ho mai chiesto nessun compenso ne mai lo farò per questi casi e tantomeno pubblicità non ne ho bisogno ..me la sono sempre pagata; io e Francesca Palazzotti, appena mi apparve il flash che era stato lo zio ..abbiamo chiesto aiuto a molti che potevano fare qualcosa e non ci hanno aiutate".

Esordisce con queste parole dal suo profilo Facebook la sensitiva Rosemary Laboragine, che aveva in tempi non sospetti espresso le sue sensazioni negative riguardo il caso di Sarah. Nelle interviste rilasciate ai media infatti, la donna aveva più volte dichiarato che la quindicenne ragazza pugliese non si era allontanata volontariamente da casa, ma era stata vittima di una violenza, secondo le sue visioni.

Le era infatti apparso il volto di Sarah con gli occhi chiusi in un ambiente ostile, circondato da acqua (poteva trattarsi del mare oppure di un fiume secondo la sua ricostruzione). Cosa che in effetti si è concretizzata in quanto il corpo senza vita di Sarah è stato ritrovatoproprio in un canale sotterraneo, completamente immerso dalle acque.

Non è però tutto: nei giorni scorsi come afferma la stessa Rosemary, durante una normalissima cena in un ristorante, soffermandosi a guardare un quadro, scorse in esso il viso dello Zio della ragazza e spaventata, confessò il tutto a chi di dovere, senza essere però presa in considerazione.
Meglio non aggiungere altro.


Fonte

0 commenti:

Posta un commento

lasciate pure i vostri commenti! oppure scriveteci per email: a370gradi@yahoo.it

Vetrina Aggiornamenti

Iscriviti per email

Archivio Blog

Blog Archive