Panoramica:

martedì 3 maggio 2011

Il Codice del Volo di Leonardo volerà su Marte a bordo di Curiosity

Dopo le sue teorie sul volo e i numerosissimi studi che lo hanno reso un grande anticipatore dei tempi, Leonardo da Vinci andrà su Marte. Non fisicamente, è chiaro. Una copia del suo 'Codice del volo' accompagnato dalla copia di un suo autoritratto voleranno sul pianeta rosso a bordo della navicella della missione Mars Science Laboratory che partirà il prossimo 26 novembre.

Ad annunciarlo è stato il direttore del Jet Propulsory Laboratory (Jpl) di Pasadena, Charles Elachi, in occasione del primo incontro al Politecnico di Torino del ciclo di seminari dal titolo 'Space Robotics: new technologies and frontiers'.

Le opere del celebre studioso saranno poste sottoforma di un microchip all'interno di Curiosity, il robot grande quanto un'auto che avrà due anni di tempo per raccogliere quante più informazioni possibili su Marte. A partire dall'agosto del 2012, periodo in cui la navicella sbarcherà sul pianeta rosso. Un viaggio lungo parecchi mesi, ma che secondo gli esperti, potrebbe fornire nuovi importanti dati sul pianeta rosso.

Perchè inviare il 'Codice del volo' di Leonardo su Marte? L'idea è stata di Silvia Rosa Brusin, vice caporedattore del telegiornale scientifico 'Leonardo', secondo cui l'opera è l'antenata dei moderni viaggi nello spazio, il primo passo dell'uomo verso il cielo.


Charles Elachi, dal canto suo, ha commentato il perchè dell'importanza del valore simbolico della missione: "Leonardo ha gettato le basi per capire il volo degli uccelli e ha contribuito a capire come volano gli aerei. Ogni volta che prendiamo un aereo dovremmo pensare a lui".

Dal passato al futuro, il passo è stato breve. 500 anni prima, Leonardo aveva giò capito che nonostante la gravità terrestre renda gli uomini legati al suolo, la testa, e con essa la mente, è proiettata verso il cielo.

Fonte

0 commenti:

Posta un commento

lasciate pure i vostri commenti! oppure scriveteci per email: a370gradi@yahoo.it

Vetrina Aggiornamenti

Iscriviti per email

Archivio Blog

Blog Archive