Panoramica:

mercoledì 26 gennaio 2011

Vuoi diventare un astronauta? La Nasa lancia 'Mission X'

E’ partito questa settimana 'Mission X: Train like an Astronaut', un ottimo progetto formativo rivolto a piccoli futuri astronauti lanciato dalla Nasa.

Quale bambino non ha mai sognato di volare tra le stelle ed osservare la Terra da una distanza inimmaginabile? Probabilmente tutti lo abbiamo fatto, ma non abbiamo tenuto in considerazione l’addestramento duro e faticoso che si trova alle spalle degli uomini che fluttuano nell’universo.

L'agenzia spaziale americana, in collaborazione con altre quattordici agenzie spaziali mondiali, da quindi la possibilità di partecipare ad un addestramento tipico di un astronauta, anche se "non ci sono voli spaziali previsti nel breve periodo".

All'iniziativa potranno partecipare ragazzi dagli otto ai dodici anni di età, i quali verranno organizzati in squadre per affrontare una competizione che durerà per sei settimane. Lo scopo dell’addestramento è quello di insegnare agli studenti i principi di alimentazione sana e l’esercizio fisico corretto.

I maestri cercheranno di imporre ai ragazzi la forza, la resistenza, la coordinazione, l’equilibrio fisico e mentale, la consapevolezza spaziale, il ragionamento scientifico e il modo giusto per lavorare in un team. In un comunicato stampa la Nasa ha annunciato che "l’addestramento a cui sono sottoposti i ragazzi è lo stesso con cui vengono preparati i veri astronauti".

Per quanto riguarda la giusta alimentazione da adottare nello spazio, una brave classifica mostra qual è il cibo più richiesto. Al primo posto troviamo la verdura e la frutta secca, considerata l’impossibilità di portare quella fresca. In seconda posizione i cioccolatini seguiti da un’inaspettata salsa piccante e dai gamberetti. All’interno della navicella sono presenti alimenti provenienti da tutto il mondo come ad esempio le tortillas, i principali piatti giapponesi e le polpette svedesi. Tra i cibi più tradizionali troviamo lo yogurt e il brodo di pollo.

Al progetto stanno partecipando molti Stati tra cui ovviamente gli Usa oltre a Paesi Bassi, Italia, Germania, Francia, Austria, Colombia, Spagna e Regno Unito.

Un dato rilevante sta nel fatto che circa ottocento quarte elementari provengono dal Texas e precisamente dal College Station Independent School District, tutte facenti parte della squadra degli Stati Uniti.

Fonte

0 commenti:

Posta un commento

lasciate pure i vostri commenti! oppure scriveteci per email: a370gradi@yahoo.it

Vetrina Aggiornamenti

Iscriviti per email

Archivio Blog

Blog Archive