Panoramica:

mercoledì 2 giugno 2010

Incredibili pitture rupestri scoperte in Australia: hanno 40.000 anni

Una pittura rupestre aborigena scoperta nel remoto altipiano di Arnhem Land nel nord dell'Australia, raffigurante un gigantesco uccello estinto 40 mila anni fa, e' considerata ora la più' antica d'Australia e una delle più antiche del mondo.


La pittura in ocra rossa, che raffigura due uccelli con il collo proteso, risalirebbe ai primi tempi di insediamento umano nel continente. Fu scoperta circa due anni fa, ma solo nei giorni scorsi il sito e' stato visitato da archeologi.
Il paleontologo Ben Gunn, che ha guidato la spedizione, ha confermato che gli animali ritratti sono della specie di mega-fauna Genyornis, un uccello incapace di volare che si estinse alla fine del Pleistocene.
''I dettagli nella pittura indicano che e' stata eseguita da qualcuno che conosceva quell'animale molto bene, dettagli che non potevano essere stati trasmessi solo per tradizione orale'', ha detto alla radio Abc.
''La pittura risalirebbe a circa 40 mila anni fa, quando la scienza dice che il Genyornis e' scomparso, a meno che non sia vissuto piu' a lungo di quanto la scienza sia riuscita a stabilire'', ha aggiunto.
Nella stessa area vi sono pitture rupestri di altri animali estinti, fra cui il tilacino, o tigre della Tasmania, echidna giganti e canguri giganti.

tratto da: http://mysterium.blogosfere.it/

0 commenti:

Posta un commento

lasciate pure i vostri commenti! oppure scriveteci per email: a370gradi@yahoo.it

Vetrina Aggiornamenti

Iscriviti per email

Archivio Blog

Blog Archive