Panoramica:

lunedì 14 dicembre 2009

Svelato il segreto della spirale di luce in Norvegia - era il missile russo Bulava.

Anche stavolta il web è stato messo a rumore per nulla. Nei giorni scorsi molti siti - anche italiani - hanno riportato la notizia di una 'misteriosa' striscia o spirale di luce in Norvegia, che aveva fatto subito pensare a qualche strana prova di una visita extraterrestre.





Noi qui a Mysterium abbiamo evitato di riportarla, proprio perché ci era sembrata da subito alquanto dubbia.



Ora ecco che arriva la spiegazione, e non ci voleva nemmeno molto a trovarla: Mosca ha fallito per la nona volta il lancio di un nuovo missile Bulava, ma ha divertito i norvegesi con una striscia di luce nella notte stellata. Il test e' avvenuto il giorno 9 dicembre. "Le prime due fasi del lancio si sono svolte senza problemi, ma nella terza e ultima fase c'e' stato un errore tecnico", ha spiegato una nota del ministero riferita da agenzie di stampa russe.



Il lancio, partito dal sottomarino Dmitri Donskoy, avrebbe dovuto fornire un segnale di rassicurazione per le forze armate russe dopo che il Bulava si era rivelato un flop per altre otto volte, tanto che a luglio Yuri Solomonov, capo dell'Istituto di tecnologia termica, responsabile delle sviluppo del missile, fu obbligato a dimettersi dalla carica.



I risultati del test non gioveranno certamente all'orgoglio di Mosca, impegnata con Washington in una trattativa che porti alla sostituzione dello Start, scaduto il 5 dicembre, con un nuovo accordo per la riduzione degli armamenti. Tutto cio' che il Bulava della scorsa notte e' riuscito a fare e' stato di colorare la notte norvegese con una luce bianca. Qualcuno vi ha visto un segnale della presenza di un Ufo, altri vi hanno letto un segnale divino alla vigilia della visita di Obama e sicuramente vi sara' stato chi ha accennato alla stella cometa o, viste le latitudini, alle renne di Babbo Natale.



"La luce e' apparsa per due-tre minuti, non credevo ai miei occhi", ha raccontato il fotografo dilettante Jan Petter Jorgensen, che l'ha catturata con il proprio obiettivo. Mosca nega collegamenti tra il fallimento del lancio e la luce apparsa nella notte sul cielo di Tromso, ma Pavel Felgenhuaer, analista di sistema di difesa, ha assicurato che "quando i test falliscono fenomeni di luce come questo possono accadere e sono gia' accaduti". Per i norvegesi, e i loro bambini, e' stato uno spettacolo innocuo e, anzi, affascinante. Per i russi, un po' meno. Descrivendo l'ultimo fallimento "imbarazzante", Felgenahuer mette in dubbio la capacita' russa di possedere un deterrente nucleare. "Se i problemi non verranno risolti -avverte- entro il 2030 la Russia potrebbe perdere la posizione di terza potenza nucleare mondiale".

0 commenti:

Posta un commento

lasciate pure i vostri commenti! oppure scriveteci per email: a370gradi@yahoo.it

Vetrina Aggiornamenti

Iscriviti per email

Archivio Blog

Blog Archive